Regolamento della biblioteca della Fondazione Circolo Rosselli

Biblioteca della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli

 

Regolamento

 

Profilo della Biblioteca

La Biblioteca è espressione della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli e come tale si propone di tutelare

il patrimonio culturale e politico dei Fratelli Rosselli, e di perseguire obiettivi di sviluppo e

diffusione di valori etici, umanitari e solidaristici.

Il nucleo più importante della Biblioteca è costituito da circa 4000 volumi (tra libri

moderni, periodici e opuscoli) di varia provenienza.

Si tratta prevalentemente di opere a carattere storico (con particolare riferimento alla

storia d’Italia e del movimento operaio e socialista internazionale) e politico- economico; ma sono

rappresentate tutte le discipline umanistiche: arte, diritto, letteratura, filosofia, religione,

geografia, scienze sociali.

Sono parte del fondo anche le opere di cui i Fratelli Rosselli risultano autori, le opere che hanno per soggetto la figura e l’opera dei fratelli Rosselli e l’intera collezione dei Quaderni del Circolo Rosselli, la rivista della Fondazione

 

Modalità di accesso

La Biblioteca ha sede in via degli Alfani 101 R., Firenze; sono ammessi i cittadini italiani e

stranieri che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età.

Per accedere ai servizi l’utente deve presentare un documento di identificazione

provvisto di fotografia che sarà riconsegnato all’uscita. Nessun utente può uscire dalla

biblioteca senza aver prima restituito il materiale ricevuto in lettura al personale di assistenza,

che è tenuto ad assicurarsi dell’integrità di quanto viene restituito, in presenza dell’utente.

Nella sala di consultazione è vietato fumare, intrattenersi per fini estranei alla lettura

e alla consultazione, usare i telefoni cellulari, comportarsi in modo da disturbare i presenti.

Gli utenti sono tenuti a consultare il materiale librario con la massima cura e attenzione. È

vietato far segni o scrivere sui materiali dati in lettura e danneggiare i mobili e le attrezzature.

È vietato trasferire il materiale in consultazione fuori dalla sala di studio.

Salvo il perseguimento di ogni responsabilità civile o penale, chiunque trasgredisca le

norme del presente regolamento sarà escluso dalla frequentazione della Biblioteca e dovrà

risarcire i danni sulla base del valore attuale della cosa da sostituire o della sua riparazione a

regola d’arte nella misura stabilita dalla direzione.

 

Calendario e orari di accesso

La Biblioteca della Fondazione Craxi è aperta tutto l’anno, tranne nel periodo feriale, il lunedì dalle 14 alle 17 e dal martedì  al venerdì con il seguente orario di accesso:

ore 10.00 – 13.00 e 14-17.

 

Strumenti a disposizione degli utenti

– un PC per la consultazione del catalogo in linea (SBN) e delle banche dati.

 

Norme per la consultazione

Dato il carattere specialistico della biblioteca, i materiali in essa conservati non sono

concessi in prestito esterno individuale. Sono esclusi dalla consultazione quei volumi che si trovano in cattivo stato di conservazione e che non

sono stati ancora restaurati.

 

Riproduzione

La biblioteca dispone di un servizio di riproduzione tramite fotocopiatura. Dai libri e dai periodici possono perciò essere tratte fotocopie, per esclusive ragioni di studio, con l’osservanza delle seguenti norme:

a) La richiesta di riproduzione, fatta su appositi moduli, va accompagnata dalla esplicita dichiarazione

che le copie non saranno utilizzate a fini editoriali.

b) Sono esclusi dalla riproduzione tutte le opere rare, le opere edite prima del 1830, i giornali formato

quotidiano, i periodici con legature particolarmente rigide e, in genere, il materiale considerato

deteriorabile.

c) Non è possibile riprodurre una intera unità libraria, anche se si tratta di un opuscolo; il numero delle

pagine da fotocopiare non può essere in ogni caso superiore al 15% dell’intero testo, come prescrivono

le vigenti disposizioni legislative (art. 2, Legge 248/2000).

Lascia un commento

*

*