Incontro tra Spini e Mattarella al Quiriale: il valore delle istituzioni culturali

Il Presidente della Repubblica Italiana, on.le prof. Sergio Mattarella, ha ricevuto oggi al Quirinale il Presidente dell’Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane- AICI, prof. Valdo Spini.

Spini ha sottolineato il valore dell’attività di un’associazione che coinvolge più di cento tra fondazioni e istituzioni culturali del nostro paese.Nel complesso, gli istituti rappresentano una ricchezza straordinariae rispecchiano fedelmente il policentrismo, il pluralismo e la stratificazione culturale italiana, offrendo servizi di pubblica utilità e contribuendo in modo significativo, grazie anche alla digitalizzazione di parti consistenti del proprio patrimonio, a una migliore e più larga conoscenza della cultura e della lingua italiana in Italia e nel mondo, alla formazione dei giovani in un momento di drammatica crisi dell’occupazione giovanile. Ciò nonostante la diminuzione dei finanziamenti pubblici e soprattutto il ritardo nella loro attribuzione e corresponsione, che sommato alla mancanza di una defiscalizzazione dei contributi privati rendono la vita degli istituti e fondazioni culturali veramente precaria e difficile.

 

“Vogliamo – ha detto Spini – al tempo stesso coltivare le radici culturali della nostra identità nazionale e rinnovarle, in una condizione di grandi mutamenti come quelli che caratterizzano questo primo secolo del terzo millennio. Non basta conservare, dobbiamo innovare. Non basta condividere il sapere tra pochi, ma bisogna allargare le potenzialità della conoscenza a tutti. Le tre direttrici su cui ci muoviamo sono: la messa in rete degli istituti e delle fondazioni culturali (e delle loro riviste) anche attraverso la digitalizzazione dei loro patrimoni culturali; l’europeizzazione e l’internazionalizzazione della loro attività; l’incentivo all’intervento dei privati”.

 

Spini ha messo in rilievo in questo ambito che proprio per stimolo e in ambito Aici, ben diciassette delle sue istituzioni associate si sono organizzate, quotandosi, per la stesura di un progetto a guida italiana per concorrere ai fondi del bando europeo per il centenario della Prima guerra mondiale e ha consegnato al Presidente il volume “Italia-Europa.

Per una nuova politica della cultura” che raccoglie gli atti di uno dei convegni dell’Associazione.

 

Infine Spini ha informato il Presidente Mattarella della decisione di organizzare la seconda assemblea annuale dell’Aici, “Italia è Cultura” a Conversano (Bari) dall’8 al 10 ottobre e ha richiesto il Suo alto patronato.

Lascia un commento

*

*